La tua e-mail è stata trovata sul dark web? Niente panico: ecco cosa devi fare

Lukas Grigas
Cybersecurity Content Writer
email found on the dark web

Hai scoperto che il tuo indirizzo e-mail o altre informazioni sensibili si trovano sul dark web? Non sai cosa ciò significa, o quali misure adottare? Niente panico: prosegui nella lettura per scoprire cosa devi fare.

In questo articolo del blog spiegheremo cosa significa se la tua e-mail o altri dati personali vengono trovati sul dark web, cosa devi fare in questa eventualità e quali misure puoi adottare per impedire che i tuoi dati sensibili finiscano nella parte "oscura" della rete. Senza indugiare oltre, addentriamoci nella questione.

Quando scopri che la tua e-mail è sul dark web, quali sono le implicazioni?

Il dark web è un luogo misterioso. Si trova all'interno del cosiddetto deep web, una sezione non indicizzata di internet a cui è possibile accedere solo con un tipo specifico di browser. Per via del suo nome inquietante, attorno al dark web si è sviluppata una peculiare reputazione: quella di essere un luogo in cui i criminali informatici si muovono indisturbati e trafficano beni illeciti. C'è un fondo di verità in tutto questo.

Mentre alcune persone navigano nel dark web per avere una maggiore privacy online, altre sono invece mosse da cattive intenzioni. Tra i beni più popolari in commercio nei mercati della darknet ci sono i dati personali, come dettagli di documenti, password e indirizzi e-mail; e purtroppo, un giorno, potresti scoprire che fra i dati in vendita ci sono anche i tuoi.

Venire a sapere che il tuo indirizzo e-mail è stato trovato nel dark web può essere causa di grande stress e ansia. Se qualche tuo dato personale (come ad esempio nome, cognome o indirizzo di posta elettronica) viene individuato sul dark web, probabilmente significa che sei vittima di una violazioni di dati.. I dati personali sono un bene di grande valore e, una volta che la tua e-mail è stata venduta, i malintenzionati potrebbero utilizzarla in diversi modi:

  • Potresti, ad esempio, subire un'ondata di attacchi di phishing : si tratta di tentativi di estorcerti ulteriori dati, come le password, indirizzandoti su siti web dannosi che si spacciano per legittimi. Se dovessi inserire le tue credenziali di accesso su questi siti web, i criminali informatici potrebbero usarle per acquisire il controllo dei tuoi account.

  • La tua e-mail potrebbe essere usata in campagne di spoofing.. Un malintenzionato potrebbe creare un indirizzo e-mail molto simile al tuo, magari sostituendo un numero con una lettera, oppure usando un dominio simile. Fingendo di essere te, gli hacker possono provare a truffare nello stesso modo i tuoi colleghi o altri contatti; anche queste informazioni potrebbero essere a loro disposizione sulla darknet.

  • Per gli acquisti online utilizzi la tua e-mail violata? Questo potrebbe mettere a repentaglio anche i dati della tua carta di credito . Se i dati del tuo conto corrente finiscono nelle mani sbagliate, il denaro può essere usato per acquisti illeciti; oppure, molto più semplicemente, potresti ritrovarti col conto prosciugato.

  • I tuoi dati possono costituire un prezioso materiale di ricatto.. Potresti ricevere richieste di riscatto, subire la minaccia che le tue informazioni vengano divulgate ed essere vittima di altre tattiche intimidatorie.

  • Ma ecco lo scenario peggiore: i dati sottratti illecitamente possono essere usati per compiere furti di identità.. Sfruttando le tue informazioni personali, i malintenzionati possono coinvolgerti nelle loro attività criminali.

È evidente che le conseguenze delle violazioni di dati possono essere molto serie: per questo motivo, se mai dovessi scoprire che i tuoi dati sono trapelati nel dark web, non devi ignorare la questione. Non dare nemmeno per scontato che a te non capiterà mai: chiunque può essere vittima inconsapevole di una violazione di dati, se un servizio che utilizza viene hackerato.

La tua e-mail è stata trovata sul dark web? E adesso, cosa fare?

Se dovessi mai scoprire che la tua e-mail o altre informazioni sensibili sono finite sul dark web, prima di tutto non farti prendere dal panico. È una situazione che mette i brividi, ma al tempo stesso non è la fine del mondo e puoi adottare alcune rapide contromisure per proteggere il maggior numero possibile di dati. Ecco cosa fare per limitare i possibili rischi per la sicurezza informatica.

Modifica le tue password

La prima cosa da fare in assoluto è rafforzare la sicurezza dei tuoi account, a iniziare dalla posta elettronica. Potrebbe sembrare una seccatura, ma è un modo efficace per proteggere i tuoi account da potenziali intrusi. Tieni conto di alcuni aspetti quando inizi a cambiare le password:

  • Non riutilizzare mai le password violate.

  • Assicurati di usare una nuova password diversa per ognuno dei tuoi account.

  • Crea password robuste che contengano almeno 12 caratteri.

  • Scegli combinazioni di lettere, numeri e simboli speciali, e non usare mai parole comuni riportate sui dizionari.

Riuscire a mettere a punto decine di password univoche richiede, indubbiamente, una certa dose di sforzi e creatività: per questo motivo, se fai fatica a creare in autonomia password esclusive, robuste e complesse, il nostro generatore di password ".

Imposta l'autenticazione a più fattori per i tuoi account online

Dopo aver risolto la questione delle password, arriva il momento di predisporre una seconda linea di difesa. Molte popolari piattaforme online permettono agli utenti di configurare l'autenticazione a più fattori (MFA), che consiste in un ulteriore passaggio di verifica della tua identità ogni volta che accedi a un account.

Puoi configurare il tuo telefono, tablet o dispositivo di autenticazione hardware per ogni account che desideri proteggere meglio. Se un malintenzionato tentasse di entrare nel tuo account usando una password violata, si troverà di fronte il muro dell'autenticazione a più fattori che gli impedirà di accedere. L'autenticazione a più fattori, in combinazione col tuo nuovo set di password robuste, ti aiuterà a mantenere il totale controllo degli account.

Controlla i tuoi conti correnti online e altri account finanziari

Anche se le frodi bancarie online e altre truffe finanziarie sono di rado un problema per chi ha avuto le proprie e-mail violate e condivise sul dark web, la prudenza non è mai troppa.

Per prima cosa, accedi ai tuoi conti finanziari e verifica se sembra essere tutto in regola; presta particolare attenzione a eventuali transazioni sospette che coinvolgono terze parti sconosciute. Controlla gli abbonamenti attivi, per accertarti che non siano state aggiunte sottoscrizioni non autorizzate. Cerca di monitorare i tuoi account per alcuni giorni.

Se dovessi notare qualcosa di insolito, contatta immediatamente la tua banca e blocca la carta di credito per evitare ulteriori addebiti non autorizzati.

Verifica la presenza di malware sul tuo dispositivo

Se l'e-mail associata al tuo account Microsoft o ID Apple risulta coinvolta in una violazione di dati, aumenta il rischio che qualcuno possa tentare di assumere il controllo dell'account e dei tuoi dispositivi. Dopodiché, sfruttando la sincronizzazione dei file, i malintenzionati potrebbero infettare i tuoi dispositivi con malware.. Ad esempio, a tua insaputa, i criminali informatici potrebbero installare un keylogger che registra ogni tasto digitato sul dispositivo; grazie ad esso, potranno accedere a tutte le password e informazioni personali che inserisci usando la tastiera.

Se scopri che la tua e-mail è finita nel dark web, per la tua sicurezza esegui una scansione dei dispositivi alla ricerca di malware o programmi sospetti. I criminali informatici di oggi sono esperti e astuti, pertanto è bene non sottovalutarne le capacità. La maggior parte dei sistemi operativi è dotata di programmi preinstallati per la scansione di malware: usali per accertarti che nessun software indesiderato sia in esecuzione sul tuo dispositivo. Se l'analisi dovesse segnalare dei programmi sconosciuti, mettili in quarantena e, se si rivelano dannosi, disinstallali subito.

Come scoprire se il tuo indirizzo e-mail è sul dark web

Scoprire se i tuoi dati sono stati violati è un processo complicato: purtroppo, infatti, non esistono motori di ricerca o database che rilevano se qualcuno dei tuoi dati sensibili è presente sul dark web.

Come regola generale, ti consigliamo di prestare attenzione a qualsiasi attività non autorizzata sui tuoi account online. Controlla regolarmente la presenza di e-mail sospette, e verifica se i tuoi account sui social media seguono pagine strane o se nella tua cronologia personale compaiono post insoliti.

Hai comunque la possibilità di usare alcuni strumenti per scoprire se il tuo indirizzo e-mail è apparso sul dark web. Ad esempio, puoi usare il Rilevatore violazioni dati di NordPass per monitorare i tuoi indirizzi e-mail e i dati di carte di credito. Quando le tue informazioni personali sono state coinvolte in una fuga di dati, vi sono forti probabilità che siano finite sul dark web.

È possibile rimuovere la propria e-mail dal dark web?

Purtroppo, se il tuo indirizzo di posta elettronica è stato violato, non c'è nulla che tu possa fare per rimuoverlo dal dark web. È impossibile rintracciare il soggetto responsabile della violazione, e men che meno chiedergli di rimuovere i tuoi dati da questo meandro non regolamentato di internet.

Se la tua e-mail appare sul dark web, dovresti cambiarla?

Ricorda che molti provider di posta elettronica non ti consentono di modificare direttamente il tuo indirizzo e-mail; se vuoi cambiarlo, dovrai creare un nuovo account.

La modifica della password e la configurazione dell'autenticazione MFA dovrebbero essere sufficienti per mantenere al sicuro il tuo account anche in seguito a una violazione. Tuttavia, nel peggiore dei casi, potrebbe essere necessario creare un nuovo indirizzo e-mail e aggiornare i tuoi dati su tutte le piattaforme interessate.

Come proteggere i tuoi indirizzi e-mail e account online

Ora che conosci il piano di emergenza da seguire in caso di un'eventuale violazione di dati, diamo un'occhiata a quali misure proattive puoi adottare per ridurre drasticamente il rischio che la tua e-mail trapeli sul dark web.

Evita di usare i Wi-Fi pubblici

Pur essendo comodi, gli hotspot Wi-Fi pubblici sono anche notoriamente pericolosi. Gli hacker hanno diversi trucchi per sfruttare i Wi-Fi pubblici e usare queste reti non protette per distribuire software dannosi, raccogliere dati, compiere attacchi di tipo "man-in-the-middle" e molto altro.

Se non hai altra scelta che collegarti a una rete Wi-Fi pubblica, usa sempre una rete privata virtuale (VPN) per proteggere la sicurezza della tua connessione.

Presta molta attenzione a collegamenti e allegati sospetti nelle e-mail

Il phishing è un metodo molto popolare per raccogliere indirizzi e-mail, password e altre preziose informazioni da vendere poi sulla darknet. Non cliccare mai su link sospetti e controlla se il dominio appare legittimo: spesso i criminali informatici ricorrono a URL di siti web che assomigliano molto a quelli veri.

Allo stesso modo, non scaricare né cliccare sugli allegati e-mail provenienti da mittenti sospetti. I provider di posta elettronica più noti, come ad esempio Gmail, offrono strumenti per scansionare i file prima di aprirli e avvisarti se c'è qualcosa di sospetto.

Fai molta attenzione ai soggetti con cui condividi il tuo vero indirizzo e-mail

Riesci a ricordare ogni singola piattaforma su cui hai creato un account, o tutti i sondaggi online che hai compilato fornendo il tuo indirizzo di posta elettronica? Probabilmente no. Dopotutto, alcuni di questi account ti serviranno solo una volta e non li riutilizzerai mai più. Lo stesso dicasi per lo shopping: gli acquisti online spesso ci portano a condividere in modo inconsapevole una quantità eccessiva di informazioni, come l'indirizzo di casa o il numero di telefono, per non parlare poi dei dati finanziari. Spesso non ci soffermiamo a esaminare nel dettaglio le politiche sui dati di ogni piattaforma di e-commerce alla quale ci registriamo, ed è facile dimenticarsene se le usiamo solo una volta.

Fornire il tuo vero indirizzo e-mail a piattaforme trovate per caso su internet è come dare le tue generalità a uno sconosciuto per strada. In situazioni di questo tipo, per mantenere al sicuro i tuoi dati, valuta la possibilità di non usare il tuo indirizzo e-mail personale o di lavoro. Se noti un'ondata di spam dopo esserti registrato su una piattaforma, esamina le sue politiche di archiviazione dei dati. Puoi creare un indirizzo e-mail temporaneo da usare per account e acquisti una tantum (anticipazione: a breve scoprirai uno strumento utile per questa strategia).

Crea e utilizza un account di posta elettronica temporaneo

Se vuoi rafforzare la sicurezza dei tuoi account e-mail principali, puoi creare facilmente un indirizzo di posta elettronica separato per tutti gli account online non importanti. Se uno di quei siti subisse una violazione, o venisse usato per la raccolta di dati, la tua e-mail principale non ne risentirà e le tue informazioni sensibili non appariranno sul dark web.

Con NordPass, puoi configurare il mascheramento e-mail. Questa funzionalità ti permette di sostituire il tuo indirizzo e-mail principale con uno generico e non identificabile. Dopo aver creato un indirizzo e-mail mascherato, potrai usarlo ovunque online: tutte le e-mail in arrivo verranno inoltrate alla tua casella di posta elettronica reale, senza divulgare i tuoi dati. Questa funzionalità aiuta a proteggere i tuoi account ed e-mail da attacchi di phishing, spam e altre minacce digitali.

Utilizza l'autenticazione a più fattori

Torniamo al tema dell'autenticazione multifattoriale. Abbiamo già parlato dell'autenticazione a più fattori come misura da attivare in caso di violazione dei tuoi account. Eppure l'MFA dovrebbe essere parte integrante della nostra sicurezza online in ogni momento, e non solo quando affrontiamo una violazione.

Abilitando l'autenticazione MFA, per effettuare l'accesso non basta la sola password: pertanto, anche se la tua password dovesse cadere nelle mani sbagliate, i malintenzionati non saranno in grado di entrare nei tuoi account.

Usa un gestore di password

Probabilmente il modo più semplice per garantire un'adeguata protezione di tutti i tuoi account online consiste nell'usare password uniche, robuste e complesse per ognuno di essi. Tuttavia, alla luce del fatto che un utente medio di internet possiede circa 100 account online, ricordare ogni singola password complessa è impossibile, a meno che non si abbia una memoria fotografica.

Ed è proprio per questo che un gestore di password come NordPass si dimostra uno strumento prezioso. I gestori di password sono appositamente creati per aiutare gli utenti a gestire le proprie credenziali di accesso, ma proteggono i dati personali anche in altri modi. Ecco alcune delle funzionalità offerte da NordPass per migliorare la tua sicurezza online:

  • Soluzione di archiviazione unica per password, indirizzi, dettagli di carte di credito, dati identificativi e molto altro.

  • generatore di password che crea password univoche, complesse e sicure per tutti i tuoi account.

  • Compilazione automatica che ti fa risparmiare tempo, inserendo direttamente le tue credenziali di accesso.

  • Mascheramento e-mail che evita l'esposizione indesiderata del tuo vero indirizzo di posta elettronica.

  • Rilevatore violazioni dati che monitora i tuoi indirizzi e-mail e dati di carte di credito, avvisandoti se vengono rilevati sul dark web.

È importante mantenere alta la guardia quando navighi online, interagisci con altri utenti e condividi i tuoi dati su diverse piattaforme. Il gestore di password NordPass fornisce un prezioso aiuto e ti toglie qualche preoccupazione: infatti, anche se la tua e-mail dovesse finire sul dark web, potrai comunque proteggere i tuoi account e dati sensibili da gravi violazioni.

Iscriviti alla newsletter di NordPass

Ricevi le ultime notizie e i suggerimenti di NordPass direttamente nella tua casella di posta.