Cos'è una passphrase e in cosa differisce da una password?

Maciej Bartłomiej Sikora
Content Writer
Passphrase vs password

Indovinello: cosa funziona come una password, ma non lo è?

Le password continuano a essere il metodo più usato per verificare la propria identità quando si accede a servizi e applicazioni online, il che non rappresenta necessariamente un problema, a patto di gestirle correttamente. Nello specifico, è necessario che la complessità e la lunghezza delle password siano sempre ottimali.

Una password forte deve essere lunga almeno 12 caratteri e includere una combinazione casuale di numeri, simboli e lettere, sia maiuscole che minuscole. Anche se password di questo tipo possono essere difficili da ricordare, la sicurezza dovrebbe sempre avere la priorità rispetto alla facilità di memorizzazione.

Ma se ti dicessimo che esiste un'alternativa, ovvero una credenziale che può essere conservata e gestita proprio come le password, ma è più facile da ricordare e considerata da molti persino più sicura? Hai mai sentito parlare delle passphrase, o frasi di accesso? È proprio questa l'alternativa di cui parliamo.

Cos'è esattamente una passphrase?

In termini generali, una passphrase è una sequenza di parole o una frase completa che viene usata per autenticare un utente. Come facilmente intuibile, in genere una frase di accesso è più lunga di una password, soprattutto perché può includere degli spazi tra le parole.

Prendiamo, ad esempio, una frase casuale come "niente più indovinelli in questo articolo": questa intera sequenza di parole di 41 caratteri può essere usata come passphrase. Poiché la maggior parte dei sistemi non pone limiti al numero di caratteri, le passphrase possono essere anche più lunghe. Quindi, se vuoi usare come frase di accesso una terzina della Divina Commedia o il nome di un articolo della Costituzione, puoi farlo senza problemi.

Per impostare una passphrase per un account online, basta inserirla quando il servizio o l'applicazione ti chiede di creare una password. Ecco perché dicevamo che puoi gestire le passphrase in modo analogo alle password: l'unica differenza consiste nella combinazione di caratteri che usi per accedere.

Passphrase o password: qual è la soluzione migliore?

Per diversi importanti motivi, le passphrase sono ampiamente considerate un'alternativa più sicura rispetto alle password tradizionali. La maggiore lunghezza delle frasi di accesso, insieme alla possibilità di includere spazi tra le parole, possono migliorare in modo significativo la sicurezza nei confronti degli attacchi di forza bruta. La creazione di passphrase rappresentate da frasi o sequenze di parole che hanno un significato specifico per l'utente può migliorare notevolmente l'usabilità, dal momento che risultano più facili da memorizzare.

Al contrario le password tradizionali, con la loro lunghezza inferiore e i complessi requisiti per la scelta dei caratteri, possono essere difficili da ricordare o vulnerabili nei confronti di violazioni: presentano quindi un rischio per la sicurezza più elevato in entrambi i casi.

Quando usare una passphrase e quando usare una password

Per una sicurezza ottimale consigliamo di utilizzare le passphrase, dal momento che possono essere facili da ricordare e, al tempo stesso, molto sicure. Rappresentate da una sequenza di parole o da una frase completa, le passphrase sono ideali per gli account online in cui l'usabilità e la sicurezza sono requisiti fondamentali. L'uso di una password tradizionale è invece più adatto in situazioni che richiedono combinazioni più brevi e complesse, difficili da violare per gli strumenti automatizzati.

Come creare una passphrase complessa

Se vuoi creare una frase di accesso davvero sicura, cerca di combinare parole o frasi non correlate, che siano facili da ricordare per te ma difficili da indovinare per altre persone. Le parole possono riferirsi a qualsiasi cosa, come il colore che preferisci, il tuo animale domestico, il titolo di un film che ami o un cibo che detesti: non dovrai fare altro che scegliere alcuni vocaboli e disporli in sequenza.

Puoi anche rendere le tue passphrase ancora più robuste includendo una combinazione di lettere maiuscole e minuscole, numeri e simboli, proprio come faresti con una password.

Dove è possibile conservare e gestire in modo sicuro le passphrase?

Dal momento che il processo di creazione e utilizzo delle passphrase è simile a quello delle password, è altamente consigliato usare un gestore di password per le frasi di accesso. Non bisogna però scegliere un gestore di password qualsiasi, bensì una soluzione dotata di funzionalità e caratteristiche che garantiscano un'elevata sicurezza e usabilità.

Una valida scelta è NordPass che, grazie alla sua cassaforte crittografata, ti permette di conservare in un unico luogo sicuro le credenziali. NordPass offre anche comode funzionalità di salvataggio automatico e compilazione automatica, in grado di semplificare e migliorare la tua esperienza di accesso. Se invece preferisci usare le password, NordPass può migliorare ulteriormente la tua vita digitale grazie a funzionalità come il Generatore di password che crea all'istante password complesse e le memorizza automaticamente nella tua cassaforte.

Ti consigliamo quindi di provare NordPass e scoprire cosa può fare per migliorare la tua sicurezza informatica.

Domande frequenti (FAQ)

Con quale frequenza è opportuno cambiare una passphrase?

Per mantenere alto il livello di sicurezza, è consigliabile modificare le frasi di accesso a intervalli di qualche mese; tuttavia, aggiorna immediatamente una passphrase se sospetti che possa essere stata compromessa o in caso di problemi di sicurezza.

Può una passphrase essere troppo lunga?

Dal punto di vista tecnico una frase di accesso può essere tanto lunga quanto il sistema lo consente, ma tieni presente che passphrase di lunghezza eccessiva possono essere difficili da ricordare o digitare con precisione. Di solito, quindi, è bene trovare un punto di equilibrio tra lunghezza e usabilità quando crei una passphrase.

Cosa devo fare se dimentico la mia passphrase?

Se non ricordi più una passphrase, segui la procedura di recupero fornita dal servizio o dall'applicazione per cui la utilizzi. Di solito sono disponibili opzioni di recupero dell'account come domande di sicurezza, verifica tramite e-mail o richiesta di supporto all'assistenza clienti.

Come faccio a ricordarmi le passphrase senza scriverle?

Per ricordare le tue passphrase senza metterle per iscritto, basta usare un gestore di password. Con uno strumento di questo tipo potrai conservare e organizzare in modo sicuro le passphrase, accedendovi in caso di bisogno senza alcun rischio per la sicurezza.

È sicuro conservare le mie passphrase in un gestore di password?

La memorizzazione delle passphrase in un gestore di password è generalmente sicura; tuttavia, il livello di sicurezza può variare da uno strumento di gestione delle credenziali all'altro. L'utilizzo di uno strumento come NordPass ti garantisce una protezione di alto livello, con funzionalità progettate per mantenere le tue passphrase al sicuro e protette da accessi non autorizzati.

Iscriviti alla newsletter di NordPass

Ricevi le ultime notizie e i suggerimenti di NordPass direttamente nella tua casella di posta.